Covid-19, provvedimenti economici e fiscali

Area Fiscale
Strumenti
Tipografia
  • Più piccolo Piccolo Medio Grande Più grande
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

 AGGIORNAMENTO 18 Novembre, ore 18  Questa pagina è costantemente aggiornata in merito all'evoluzione dei provvedimenti economici e fiscali relativi alla situazione sanitaria inerente il Coronavirus


20 Novembre, ore 18.00
Sport Governo: Contributi a fondo perduto per ASD/SSD: Le società interessate ad accedere ai contributi a fondo perduto stanziati dal Governo dovranno fare domanda presso i Comitati Regionali di appartenenza (per le società lombarde scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). In alternativa, la Federazione Italiana Pallavolo ha attivato anche un indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. al quale poter scrivere per ottenere il rilascio della certificazione necessaria.

Sport Governo: Contributi a fondo perduto per ASD/SSD E stato pubblicato sul sito del Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’avviso per i criteri di accesso ai contributi a fondo perduto a favore di associazioni e società sportive dilettantistiche,

La presentazione delle istanze può avvenire esclusivamente attraverso la piattaforma web https://www.sportgov.it/fondo-perduto-novembre/it/home/ e disponibile dalle ore 16:00 del 18 novembre 2020 fino alle ore 16:00 del giorno 24 novembre 2020.

Nell’avviso si legge che per accedere la società ASD/SSD deve possedere i seguenti requisiti:
  • Essere affiliata alla data del 31 ottobre 2020 a un organismo sportivo riconosciuto dal CONI (Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata, Ente di Promozione Sportiva).
  • Essere regolarmente iscritta nel registro del Coni e/o nel registro parallelo del CIP alla data del 31 ottobre 2020.
  • Non essere titolare di uno o più contratti di locazione.
  • Essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie richieste dal comune di appartenenza per lo svolgimento delle attività sportive dichiarate.
  • Possedere alla data del 31 ottobre 2020 un numero di tesserati atleti pari ad almeno a n. 25 (venticinque).
  • Avere almeno 1 (uno) istruttore in possesso di laurea in scienze motorie o di diploma ISEF o, in alternativa, in possesso della qualifica di tecnico/istruttore rilasciata dal CONI e/o dal CIP o dagli organismi affilianti riconosciuti dal CONI e/o dal CIP a cui aderisce la ASD/SSD.
  • Non aver beneficiato dei contributi a fondo perduto previsti dal decreto 5098 dell’11 giugno 2020 del Dipartimento per lo Sport.
  • Di avere, o meno, ottenuto o richiesto, dagli organismi a cui è affiliata (FSN, DSA, EPS), da Enti Pubblici (Regioni, Provincie, Comuni), associazioni, fondazioni o altri organismi contributi di qualsiasi tipo finalizzati al superamento dell’emergenza derivante dall’epidemia COVID-19 per il mese di novembre 2020.
  • Di non avere richiesto o di non aver usufruito dei contributi previsti dall’art. 1 del D.L. n.137 del 28.10.2020 (cd Decreto Ristori).
  • Comunicazione dell’IBAN per l’accredito del contributo, che dovrà appartenere a un Conto Corrente intestato esclusivamente alla ASD/SSD e non ad altro soggetto.
La domanda dovrà essere presentata dal rappresentante legale della ASD/SSD e dovrà essere allegata copia di un documento d’identità in corso di validità del rappresentante legale nonché la dichiarazione dell’ente nazionale cui l’ASD/SSD è affiliata contenente il numero dei tesserati al 31 ottobre 2020.

(Fonte: SportGoverno)



10 Novembre, ore 14.00
Sport Governo: Contributi a fondo perduto per ASD/SSD Apertura termini per nuove richieste - Al fine di assicurare la prosecuzione degli interventi a sostegno all’attività sportiva di base, il Dipartimento per lo sport - Presidenza Del Consiglio Dei Ministri mette a disposizione un contributo a fondo perduto per i canoni di locazione relativi al mese di novembre 2020 e destinati alle Associazioni e alle Società Sportive Dilettantistiche che non siano state già beneficiarie di precedenti contributi a fondo perduto per locazioni erogati dal Dipartimento per lo sport.

A chi farà domanda pur avendo usufruito in precedenza del contributo, la piattaforma impedirà automaticamente di procedere.

La presentazione delle istanze avverrà esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma web realizzata dal Dipartimento per lo Sport che sarà attiva a partire dalle ore 10:00 del 10 novembre 2020 e terminerà alle ore 14:00 del giorno 17 novembre 2020.

(Fonte: SportGoverno)



4 Novembre, ore 21.00
AGGIORNAMENTI Erogazione Automatica Indennità Di Novembre: arrivano da Sport e Salute nuovi aggiornamenti in merito all'erogazione automatica dell'indennità di novembre.

I collaboratori sportivi che hanno già ricevuto l’indennità per uno dei mesi di marzo, aprile, maggio o giugno 2020 dovranno confermare la permanenza dei presupposti, anche per il mese di novembre 2020, compilando l’apposita dichiarazione, cliccando sul link fornito dalla mail che gli verrà inviata da Sport e Salute

La dichiarazione dovrà, quindi, essere resa attraverso un “flag” nella maschera che comparirà cliccando sul link ricevuto.

Non è pertanto necessario presentare una nuova domanda

Tutti coloro che non renderanno la dichiarazione richiesta ENTRO 10 GIORNI DAL RICEVIMENTO DELLA MAIL non riceveranno l’erogazione automatica.

Due possibilità, quindi, per il collaboratore sportivo:
  • se ritiene di avere diritto – e che quindi persistano i presupposti e le condizioni di cui dall’articolo 17, comma 1, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 e non sia insorta una delle cause di incompatibilità (v. FAQ 4-5) – dovrà apporre il “flag” nelle prime due caselle della maschera;
  • se ritiene che non sussistano più i presupposti per ricevere l'indennità, o sia insorta una delle cause di incompatibilità che avevi espressamente escluso con l'autocertificazione prodotta al momento della presentazione della domanda (vedi FAQ 4-5), – dovrà apporre il “flag” nella casella apposita della rinuncia.

(Fonte: Federvolley.it)



2 Novembre, ore 18.00
Bonus collaboratori sportivi - Indennità di Novembre: L’art. 17 del D.L. . n. 137/2020 (Decreto “Ristori”) ha previsto l’erogazione, per il mese di novembre, di un’ulteriore indennità di 800 euro per i lavoratori dello sport con rapporti di collaborazione (ex art. 67, co. 1, lett. M, del Tuir).

Due le modalità di pagamento del bonus di novembre da parte di Sport e Salute
  • automaticamente, per tutti coloro che per i mesi di marzo, aprile, maggio o giugno hanno già ricevuto le somme previste senza comunicazioni da parte di Sport e Salute di diniego e/o invito alla restituzione in quanto effettivamente non dovuto senza, quindi, dover presentare una nuova domanda;
  • dopo aver ricevuto e valutato la domanda inviata dai nuovi aspiranti beneficiari, insieme all’autocertificazione del possesso dei requisiti e a tutta la documentazione richiesta. I soggetti interessati devono utilizzare l’apposita piattaforma.
(Fonte: Federvolley.it)



19 Ottobre, ore 11.00
Bonus collaboratori sportivi: Sport e Salute ha comunicato sul proprio sito internet che sta esaminando una per una le pratiche per il Bonus di giugno ai Collaboratori Sportivi sulla base del decreto che ha stanziato le risorse per questa indennità.

I fondi sono stati accreditati sul conto della Società lunedì 12 ottobre ed il giorno stesso sono partiti i bonifici per 112 mila persone. In totale sono stati subito erogati circa 68 milioni di euro.

(Fonte: Federvolley.it)



8 Ottobre, ore 21.00
Bonus collaboratori sportivi: Sport e Salute comunica che l’indennità per il mese di giugno in favore dei collaboratori sportivi che hanno già ricevuto quelle dei mesi precedenti sarà erogata automaticamente solo nel caso in cui persistano le condizioni e i presupposti di cui all’articolo 12 del Decreto Agosto tra cui quella l’’attività, in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da #COVID19, sia cessata, ridotta o sospesa nel mese di giugno 2020 oltre a non aver percepito altri redditi di lavoro o indennità.

(Fonte: Federvolley.it)



8 Ottobre, ore 20.00
Bonus collaboratori sportivi: A seguito delle richieste di chiarimenti da parte dei collaboratori sportivi che hanno ricevuto da Sport e Salute la mail in cui veniva chiesto di trasmettere una eventuale RINUNCIA alla percezione automatica del bonus di giugno 2020, nel caso in cui siano venuti meno i presupposti per ricevere l'indennità o sia insorta una causa di incompatibilità, l’Ente ha ritenuto opportuno fornire ulteriori chiarimenti.

(Fonte: Federvolley.it)



9 Settembre, ore 10.00
Bonus collaboratori sportivi: con l’emanazione del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, sono state definite le modalità di presentazione delle domande per il riconoscimento dell’indennità prevista dall’articolo 12 del decreto-legge n.104/2020 per il mese di #giugno 2020.

Sport e Salute informa che dalle ore 14:00 dell’ 8 settembre, sarà disponibile la piattaforma per presentare le domande relative all’indennità prevista per il mese di giugno 2020.

(Fonte: Federvolley.it)




1 Settembre, ore 17.00
Agenzia delle Entrate: con il Provvedimento n. 259854/2020 ha reso disponibili i modelli e le istruzioni per usufruire dei crediti d’imposta introdotti dal decreto rilancio.

Entro il 7 settembre la comunicazione per Credito d'Imposta sanificazione e acquisto DPI

(Fonte: Federvolley.it)



5 Agosto, ore 8.00
SportGoverno: Sono stati pubblicati sul sito SportGoverno.it gli elenchi dei soggetti beneficiari dei contributi a fondo perduto per il rimborso dei canoni di locazione, la cui liquidazione avverrà nei prossimi giorni.

(Fonte: Federvolley.it)



3 Agosto, ore 8.00
SportGoverno: E’ stato pubblicato sul sito SportGoverno il primo elenco di n. 5.004 soggetti ammessi a contributo relativamente alle istanze pervenute a partire dal 22 giugno (seconda sessione) che riguardava le associazioni e società sportive non titolari di contratti di locazione registrati all’Agenzia delle Entrate.

L'Ufficio ha provveduto alla liquidazione, per ogni soggetto, dell’importo di euro 800,00.

In esito alle istruttorie delle istanze, nei prossimi giorni verranno pubblicati ulteriori elenchi dei soggetti ammessi al contributo.

(Fonte: Federvolley.it)



20 Luglio, ore 8.00
SportGoverno - Bando Sport e Periferie 2020: E’ stato pubblicato sul sito SportGoverno il bando “Sport e Periferie 2020” per la selezione di interventi da finanziare nell’ambito del Fondo Sport e Periferie per l’anno 2020.

La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata utilizzando esclusivamente la piattaforma informatica raggiungibile all’indirizzo https://bando2020.sporteperiferie.it a partire dalle ore 10.00 del giorno 20 luglio 2020 fino alle ore 10.00 del 30 settembre 2020.

Può essere presentata richiesta di contributo per un solo progetto e i soggetti ammessi alla selezione possono essere:
  • le Regioni, le Province/Città Metropolitane e i Comuni,
  • le FSN, DSA, EPS,
  • le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche
  • gli enti religiosi civilmente riconosciuti.
(Fonte: Federvolley.it)



1 Luglio, ore 12.00
Regione Lombardia - 3,7 milioni per sostenere Società

Regione Lombardia informa che con DGR n. XI/3300 del 30/06/2020 è stato approvato il bando “È di nuovo Sport”, in collaborazione con Fondazione Cariplo.

Tale bando intende sostenere il rilancio di tutto il Sistema Sportivo Lombardo, la cui operatività è stata duramente colpita dalla emergenza sanitaria COVID-19. L’emergenza sanitaria ha fortemente compromesso l’importante ruolo territoriale di promozione e di diffusione dello sport per tutti i cittadini, di facilitazione dell’inclusione e coesione sociale, oltre che di sostegno alla crescita della persona e all’adozione di stili di vita sani.

I soggetti destinatari di questa iniziativa sono:
  • Comitati / Delegazioni regionali della Lombardia di Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva, riconosciuti dal CONI o dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico)
  • ASD / SSD lombarde, senza scopo di lucro iscritte al registro CONI o sezione parallela CIP e con sede legale o operativa in Regione Lombardia.
Le risorse messe a disposizione sono di € 3.785.369,00 e gli interventi che verranno finanziati riguardano:

SPESE LEGATE ALL’EMERGENZA COVID-19
  1. spese per ripristino funzionalità degli impianti a seguito di mancato utilizzo prolungato e manutenzione su impianti di trattamento dell’aria e dell’acqua;
  2. spese di pulizia, sanificazione e igienizzazione dei locali e delle attrezzature;
  3. acquisto di beni per la riduzione del rischio di contagio da COVID-19 (es: dispositivi di protezione personali, termo-scanner per la rilevazione della temperatura, disinfettanti superfici, gel mani, dispenser sapone, pannelli divisori in plexiglass, materiale informativo e segnaletica su COVID-19…);
  4. compensi al medico competente nel contesto delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del COVID-19;
  5. studi professionali e consulenti, con particolare riferimento all’assistenza fiscale e legale connessa al periodo di emergenza sanitaria e agli adempimenti per la ripartenza

SPESE ORDINARIE
  1. spese per la gestione ordinaria degli impianti e delle strutture sportive (canoni di locazione / canoni concessori; utenze; manutenzione ordinaria);
  2. costi di tesseramento;
  3. tasse di iscrizione alle competizioni;
  4. compensi ai collaboratori sportivi e ad eventuale personale strutturato dell’ente;
  5. acquisto abbigliamento e attrezzature sportive;
  6. noleggio di veicoli e attrezzature;
  7. formazione/aggiornamento istruttori (es. utilizzo DAE, altro);
  8. acquisto e noleggio defibrillatori;
  9. polizze assicurative.

La domanda di partecipazione al bando sarà esclusivamente on line sul sito www.bandi.servizirl.it a partire da Mercoledì 15 luglio 2020 fino a Martedì 15 settembre 2020.

(Fonte: Regione Lombardia)



19 Giugno, ore 10.00
NOTA operativa in merito alle richieste di contributi "a fondo perduto" per ASD e SSD: al fine di supportare le ASD / SSD nella richiesta dei contributi "a fondo perduto" relativi all'emergenza Covid-19, ricordiamo che le richieste di documentazione rilasciate dalla Federazione Italiana Pallavolo sono da richiedere al CT Milano Monza Lecco e/o al CR Lombardia sulla base dell'iniziativa a cui si intende aderire:

  • Inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    per accedere ai contributi di SportGoverno in favore di ASD ed SSD
    DETTAGLI

  • Inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    per accedere ai contributi di CONI Lombardia per ASD ed SSD di Regione Lombardia
    DETTAGLI


16 Giugno, ore 20.00
Contributi straordinari del C.O.N.I. alle ASD ed alle SSD della Regione Lombardia: il CONI, in relazione alla situazione straordinaria venutasi a creare a seguito della pandemia Covid-19, si propone di sostenere, con una assegnazione straordinaria di contributi, le associazioni sportive.

Le domande dovranno pervenire alla segreteria del CONI Comitato Regionale Lombardia a mezzo mail, entro e non oltre le ore 12:00 di martedi 30 giugno 2020, unicamente per il tramite dei Comitati Regionali delle Federazioni Sportive Nazionali, delle Discipline Sportive Associate e degli Enti di Promozione Sportiva.

(Fonte: CONI Comitato Regionale Lombardia)



12 Giugno, ore 10.00
SportGoverno - Contributi a fondo perduto per ASD/SSD: E’ stato pubblicato sul sito SportGoverno il decreto dell'Ufficio per lo Sport che rende accessibile il Fondo destinato ad interventi a favore delle associazioni sportive e delle società sportive dilettantistiche, considerata la necessità di far fronte alla crisi economica che ha coinvolto anche il mondo dello sport e determinatasi in ragione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

(Fonte: Federvolley.it)



8 Giugno, ore 11.00
Collaboratori Sportivi: al via le domande per l’indennità di Aprile e Maggio: E’ stato emanato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, che individua le modalità di presentazione delle domande per il riconoscimento dell’indennità prevista dall’articolo 98 del decreto-legge 19 maggio 2020 n.34 per i mesi di Aprile e Maggio 2020.

(Fonte: Federvolley.it)



8 Giugno, ore 9.00
Sport Bonus 2020: prima finestra 2020, scadenza 6 luglio 2020: Dal 6 giugno al 6 luglio 2020 è possibile accedere alla prima finestra temporale – delle due previste nell’anno – per usufruire del credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate per interventi di manutenzione, restauro o realizzazione di nuove strutture sportive pubbliche destinato alle persone fisiche, agli enti non commerciali e ai soggetti titolari di reddito d’impresa.

(Fonte: Federvolley.it)



30 Maggio, ore 10.00
Decreto "Cura Italia": In riferimento al decreto Cura Italia Bonus 600 euro per collaboratori sportivi, si comunica che la Federazione Italiana Pallavolo, tramite l'ufficio competente, ha espresso parere favorevole all’erogazione del contributo a tutti gli Ufficiali di Gara FIPAV che ne abbiano fatto richiesta, presentando idonea documentazione.

L’allargamento agli Ufficiali di Gara è stato introdotto in base alle nuove indicazioni, pervenute per il tramite di Sport e Salute Spa, dall' Ufficio per lo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con cui si rivede la precedente posizione assunta dai medesimi Enti (in precedenza Sport e Salute e Ufficio Sport Presidenza del Consiglio avevano reso nota l'impossibilità di procedere con l'erogazione del bonus agli Ufficiali di Gara per mancanza di "vincolo negoziale").

(Fonte: Federvolley.it)


27 Maggio, ore 22.00
Regione Lombardia - Impianti Sportivi 2020: approvati i criteri e le modalità per l’assegnazione di contributi regionali a fondo perduto in conto capitale : Sono stati approvati i criteri e le modalità (con delibera di Giunta regionale n. 3143 del 18 maggio 2020) per l'assegnazione di contributi regionali a fondo perduto in conto capitale.

L'iniziativa è rivolta a:
  • enti pubblici, in qualità di proprietari e/o gestori di impianti sportivi pubblici di uso pubblico
  • ️ soggetti privati concessionari o titolari della gestione di impianti sportivi di proprietà di enti pubblici e di uso pubblico
(Fonte: Regione Lombardia)



26 Maggio, ore 15.00
Decreto "Rilancio" - Circolare speciale: E’ stato pubblicato in G.U. il Decreto Legge n. 34 c.d. “Decreto Rilancio”. Con la circolare in allegato si offrono le prime indicazioni sulle disposizioni di interesse per lo Sport.

Per comodità di estensione e lettura, i provvedimenti analizzati sono esposti in ordine rispetto alla numerazione degli articoli del Decreto.

(Fonte: Federvolley.it)



21 Maggio, ore 18.00
Decreto "Rilancio" - Le misure a sostegno dello sport: E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 maggio il Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34 recante “Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”.

(Fonte: Federvolley.it)



19 Maggio, ore 9.00
ICS - Istituto per il Credito Sportivo ha pubblicato sul proprio sito https://www.creditosportivo.it/covid19/mutuoliquidita/faq_ASDSSD.html le FAQ che possono risultare utili alle ASD e SSD ad orientarsi nella compilazione della domanda e nella preparazione dei documenti necessari.

(Fonte: Federvolley.it)



18 Maggio, ore 12.00
ICS - Istituto per il Credito Sportivo ha dato oggi il via alle procedure per la richiesta dei finanziamenti liquidità alle Associazioni Sportive Dilettantistiche e Società Sportive Dilettantistiche iscritte al registro CONI o alla Sezione parallela CIP, regolarmente affiliate, da almeno 1 anno, alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate, agli Enti di Promozione Sportiva, e agli omologhi organismi sportivi del Comitato Italiano Paralimpico.

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito
https://www.creditosportivo.it/covid19/mutuoliquidita/mutuolightliquiditaASDSSD.html

Per richiedere il finanziamento occorre compilare la domanda online, entro 24 ore dall’invio del modello il richiedente riceverà una mail di conferma alla quale rispondere allegando il modulo firmato e tutta la documentazione richiesta.

ICS ha attivato un numero verde (800.608.398) e un indirizzo mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) a cui rivolgersi per ottenere supporto e assistenza.

(Fonte: Federvolley.it)



16 Maggio, ore 21.00
Mutui Liquidità per ASD/SSD al via il 18 Maggio: Da lunedì 18 maggio 2020 le Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, iscritte al Registro CONI e regolarmente affiliate alla FIPAV da almeno 1 anno, potranno accedere direttamente dall’home page del sito www.creditosportivo.it a una sezione dedicata alle misure di sostegno collegate all’emergenza epidemiologica COVID-19.

I finanziamenti, della durata massima di 6 anni, vanno da un importo minimo di 3 mila euro a un massimo di 25 mila euro e comunque in misura non superiore al 25% dell’ammontare dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio o rendiconto approvato.

Ricordiamo che la Federazione, nell’intento di agevolare le società per la prescritta richiesta della Certificazione Federale relativa alla Affiliazione in regola da oltre un anno e attestazione della regolarità dei pagamenti, ha attivato un indirizzo email espressamente dedicato: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per non compromettere la celerità dell’evasione delle richieste da parte federale, occorre ribadire che Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. è dedicato unicamente alla formulazione delle richieste di Certificazione FIPAV, mentre il seguente è il link pertinente del Credito Sportivo:
https://www.creditosportivo.it/media/default/45/49760081781166/cs_15052020_ics_mutuilight.pdf

​ (Fonte: Federvolley.it)



14 Maggio, ore 10.00
Agenzia delle Entrate ha pubblicato gli elenchi provvisori degli enti che nel 2020 hanno chiesto per la prima volta di entrare a far parte dei potenziali beneficiari del contributo del 5xMille tra cui rientrano a pieno titolo le Associazioni Sportive Dilettantistiche iscritte nel Registro CONI assegnato direttamente dai contribuenti in sede di dichiarazione.

I legali rappresentanti, controllati gli elenchi, potranno richiedere, entro il 20 maggio, alle direzione regionale dell’Agenzia territorialmente competente, la correzione di eventuali errori riscontrati.

(Fonte: Federvolley.it)



13 Maggio, ore 21.00
Regione Lombardia - Sport Cambiaghi: ‘Safe working’, altri 500.000 euro per riapertura imprese.

“In questo momento – ha spiegato Martina Cambiaghi, assessore a Sport e Giovani di Regione Lombardia – tutto il settore sta soffrendo, sia per la chiusura prolungata sia per l’impossibilità di essere centro di riferimento di famiglie e giovani lombardi. Siamo intervenuti concretamente per essere pronti alla ripartenza già dalle prossime settimane, quando sarà possibile farlo. Abbiamo voluto creare un finanziamento ad hoc per le imprese del settore sportivo. Il nostro obiettivo è dare un segno di vicinanza a tutto il mondo dello sport con aiuti tangibili che possano permettere di riaprire in modo sicuro e veloce”.

(Fonte: lombardianotizie.online)



6 Maggio, ore 16.30
Sport e Salute ha comunicato di aver erogato circa il 35% delle risorse previste corrispondendo l'indennità ad un totale di circa 30.000 persone nel rispetto dell'ordine cronologico della domanda.

La società sta continuando a svolgere l'attività istruttoria al fine di poter erogare, entro questa settimana, le indennità rimanenti che soddisfino i requisiti di legge.

Alcune delle domande ricevute hanno necessità di approfondimento istruttorio perché, ad esempio, sono incomplete, o contenenti errori di compilazione, o carenti di documentazione, o senza conferma da parte dell'organismo sportivo di riferimento, o ancora perché la persona ha mandato una mail di rettifica o correzione errori.

Il fatto che Sport e Salute abbia ritenuto necessario un supplemento di istruttoria non è di per sé un segnale negativo in vista del possibile accoglimento della domanda di indennità. E' però un segnale che la documentazione allegata non era purtroppo idonea a tali fini.

Nella circolare in allegato tutti gli approfondimenti ed in particolare una lista delle fattispecie più comuni per cui si rende necessaria l'integrazione.



6 Maggio, ore 16.00
Mutui Liquidità per ASD/SSD: In merito alle procedure per i finanziamenti previsti dall'art. 14 del d.l. 23/2020 (Decreto Liquidità) in favore delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche presso ICS Istituto per il Credito Sportivo, la Federazione, nell’intento di agevolare le società per la prescritta richiesta della Certificazione Federale relativa alla Affiliazione in regola da oltre un anno e attestazione della regolarità dei pagamenti, ha attivato un indirizzo email espressamente dedicato: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per non compromettere la celerità dell’evasione delle richieste da parte federale, occorre ribadire che Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. è dedicato unicamente alla formulazione delle richieste di Certificazione FIPAV.

Pertanto, necessità di informazioni e/o quesiti informativi o specifiche esigenze in merito alle procedure per i finanziamenti fanno capo unicamente al Credito Sportivo: ​https://www.creditosportivo.it/covid19/mutuoliquidita.html

Si coglie l’occasione per ricordare che è necessario essere dotati di Firma Digitale e Casella di Posta Elettronica Certificata per accedere alla richiesta di Mutuo Light.

(Fonte: Federazione Italiana Pallavolo)

5 Maggio, ore 16.00
Mutui Liquidità per ASD/SSD: ICS - Istituto per il Credito Sportivo, ha pubblicato sul proprio sito le prime indicazioni sui finanziamenti previsti dall'art. 14 del d.l. 23/2020 (Decreto Liquidità) in favore delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, iscritte al registro CONI da almeno un anno, la concessione di finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all'emergenza Covid-19.

La Federazione Italiana Pallavolo, nei prossimi giorni, attiverà una mail/altro dedicata alle richieste della prescritta lettera di attestazione da parte della Federazione Sportiva Nazionale di riferimento che l’SSD o ASD è affiliata da almeno 1 anno ed è in regola con i pagamenti degli impegni associativi.



16 Aprile, ore 15.00
Nell’ambito delle attività sportive dilettantistiche, operano una serie di soggetti «imprese e lavoratori autonomi» strettamente connessi all’attività agonistica, formativa e promozionale della FIPAV, come ad esempio i gestori di impianti, organizzatori e liberi professionisti, che a nostro avviso possono accedere alle misure previste a sostegno della liquidità che, ovviamente, con la sospensione delle attività stabilite dalla Stato a seguito del COVID19, hanno subito conseguenze importanti in termini economici e finanziari, conseguenze che tra l’altro, stanno riguardando anche la FIPAV.

In allegato una sintesi delle misure previste ed il modulo per la richiesta di garanzia su finanziamenti di importo fino a 25.000

(Fonte: Federvolley.it)



16 Aprile, ore 13.00
Il Decreto Legge n.23 dell’8 aprile 2020 –Misure urgenti per garantire la continuità delle imprese colpite dall’emergenza Covid-19) pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 8 aprile prevede uno stanziamento di 35 milioni di euro , che sarà gestito attraverso l’ICS – Istituto per il Credito Sportivo, per le esigenze di liquidità non solo a favore delle associazioni e società sportive dilettantistiche, ma anche alle Federazioni Sportive, alle Discipline Sportive Associate nonché agli Enti di Promozione Sportiva.

In allegato la circolare di riferimento con tutti gli approfondimenti del caso insiene al Comunicato Ufficiale di Sport Governo, comunicazione del Capo dell’Ufficio Sport presso la Presidenza del Consiglio, Giuseppe Pierro.

(Fonte: Federvolley.it)



7 Aprile, ore 12.30
Il Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, ha emanato il decreto con cui sono state individuate le modalità di presentazione delle domande per l’indennità ai collaboratori sportivi.

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che sarà attiva a breve sul sito istituzionale di Sport e Salute (www.sportesalute.eu), che consentirà agli utenti di procedere, previo accreditamento, alla presentazione formale della domanda, delle autocertificazioni e dei documenti richiesti dal decreto ministeriale."

In allegato il testo completo della circolare di Sport e Salute SpA con tutte le informazioni essenziali.

Si allegano inoltre il testo del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, la GUIDA e le relative FAQ di Sport e Salute SpA.


6 Aprile, ore 18.00
È stato emanato il Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport, sulla base del quale sono definite le modalità di presentazione delle domande a Sport e Salute per ricevere l’indennità di 600 euro prevista dal Decreto Legge “Cura Italia” per il mese di marzo 2020 a favore dei collaboratori sportivi (art. 96, decreto-legge 17 marzo 2020, n.18).

Possono richiedere l’indennità i titolari di rapporti di collaborazione, già in essere alla data del 23 febbraio 2020 e ancora pendenti al 17 marzo 2020, data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”. È inoltre espressamente prevista una priorità per i collaboratori sportivi che nel periodo d’imposta 2019 non abbiano percepito compensi superiori a 10.000 euro complessivi.

Possono accedere all’indennità i lavoratori titolari di un rapporto di collaborazione ai sensi dell’art. 67, comma 1, lettera m), del D.P.R. 22 dicembre 1986 n. 917, che possiedano i seguenti requisiti:

  1. non devono rientrare nell’ambito di applicazione dell’ Art. 27 del Decreto Legge “Cura Italia”;
  2. non devono aver percepito altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020;
  3. non devono aver percepito, nel mese di marzo 2020, il Reddito di Cittadinanza;
  4. non possono cumulare l’indennità con le altre prestazioni e indennità di cui agli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del Decreto Legge “Cura Italia”.

Il rapporto di collaborazione per cui si presenterà la domanda:

  1. deve essere con Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate nonché con Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche; si sottolinea che le Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche devono essere iscritte, alla data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”, nel Registro delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche tenuto dal CONI e che gli Organismi Sportivi devono essere riconosciuti, ai fini sportivi, dal CONI;
  2. doveva esistere già alla data del 23 febbraio 2020 ed essere in corso alla data del 17 marzo 2020 (data di entrata in vigore del Decreto Legge “Cura Italia”);
  3. non deve rientrare nell’ambito di applicazione dell’art. 27 del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 (liberi professionisti titolari di Partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione Separata INPS di cui all'Articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335).

La domanda dovrà essere compilata esclusivamente attraverso la piattaforma informatica che sarà attiva dalle ore 14:00 di martedì 7 aprile sul sito di Sport e Salute.

La procedura prevede tre fasi:
  • la prenotazione: per prenotarsi è necessario inviare un SMS con il proprio Codice Fiscale al numero che sarà disponibile da martedì 7 aprile su www.sportesalute.eu, (leggi qui l’informativa relativa alla privacy). Dopo aver inviato l’SMS, si riceverà un codice di prenotazione e l’indicazione del giorno e della fascia oraria in cui sarà possibile compilare la domanda sulla piattaforma;
  • l’accreditamento: per accreditarsi è necessario disporre di un proprio indirizzo mail, del proprio Codice Fiscale e del codice di prenotazione ricevuto a seguito dell’invio dell’SMS;
  • la compilazione e l’invio della domanda: subito dopo l’accreditamento, sarà possibile accedere alla piattaforma, compilare la domanda, allegare i documenti e procedere con l’invio.

In attesa della pubblicazione della piattaforma, ti consigliamo di:

  • caricare sul tuo computer, tablet o telefono il pdf dei documenti che andranno allegati (documento identità, contratto di collaborazione o lettera di incarico o prova dell’avvenuto pagamento della mensilità febbraio 2020);
  • avere a disposizione i tuoi dati essenziali, tra cui: Codice Fiscale, recapiti di posta elettronica e telefonici, residenza e IBAN per l’accredito della somma;
  • disporre dei dati relativi alla tua collaborazione sportiva, tra cui: nominativo delle parti contraenti, decorrenza, durata, compenso e tipologia della prestazione;
  • conoscere l’ammontare complessivo dei compensi sportivi ricevuti nel periodo d’imposta 2019;
  • accertarti che il rapporto di collaborazione per cui intendi presentare la domanda di indennità rientri, ai sensi dell’art. 2 del Decreto Ministeriale, nell’ambito di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917 e che sia presso Federazioni Sportive Nazionali, Enti di Promozione Sportiva, Discipline Sportive Associate, oppure presso Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche;
  • verificare che sussistano tutti gli altri requisiti di legge richiesti (esempio: non avere diritto a percepire altro reddito da lavoro per il mese di marzo 2020, non essere pensionato, non essere co.co.co iscritto alla gestione separata INPS, non essere percettore del Reddito di Cittadinanza, etc.);
  • disporre del codice fiscale o della Partita Iva della Associazione/Società/Organismo Sportivo per cui si presta la collaborazione;
  • verificare, se collabori con un’Associazione o una Società Sportiva Dilettantistica, che sia iscritta al Registro del CONI;
  • verificare, se collabori con una Federazione Sportiva Nazionale, una Disciplina Sportiva Associata o un Ente di Promozione Sportiva, che sia riconosciuto dal CONI.

L’indennità sarà erogata direttamente da Sport e Salute sul conto corrente indicato dal richiedente in fase di presentazione della domanda. Le indennità saranno erogate sino a concorrenza del fondo di 50 milioni di euro riconosciuti alla Società per l’erogazione delle indennità.

Per ricevere informazioni ulteriori, in attesa che la piattaforma sia online, puoi scrivere all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e seguire il canale Telegram:
https://t.me/SporteSalute



30 Marzo, ore 15.00
Per far fronte all’emergenza coronavirus il D.L. 18 noto come Decreto “Cura Italia” ha previsto una serie di misure per affrontare dal punto di vista economico l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del coronavirus; tra queste anche la sospensione degli adempimenti fiscali.

Attenzione: La scadenza della Certificazione Unica non rientra tra gli adempimenti sospesi.

Tra gli adempimenti sospesi, non rientra la trasmissione telematica delle CU originariamente in scadenza al 09/03/2020 e già posticipate al 31/03/2020 in forza dell’articolo 1 del decreto-legge 2 marzo 2020, n. 9.

Tutti i dettagli nella specifica circolare di riferimento in allegato, insieme alle precedenti comunicazioni già pubblicate a febbraio e marzo u.s. https://www.federvolley.it/sportello-fiscale-0

(Fonte: Federvolley.it)



30 Marzo, ore 13.00
FiscoSport ha pubblichiamo una newsletter dove sono riportati sotto forma di domanda/risposta i vari quesiti di interesse per il mondo sportivo dilettantistico.



26 Marzo, ore 14.00
La Gazzetta Ufficiale n. 70 del 17.03.2020 ha pubblicato il decreto legge 17 marzo 2020 n. 18, cosiddetto “Cura Italia”, avente per oggetto “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.”

Il Decreto contiene molte misure che riguardano, direttamente o potenzialmente, il mondo dello sport.

In particolare meritano di essere approfondite quelle relative alla:
  1. Sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi (art. 61 e 62);
  2. Sospensione versamenti atti impositivi (art. 67 e 68);
  3. Sospensione versamenti canoni per il settore sportivo (art. 95);
  4. Indennità collaboratori sportivi (art.96)
  5. Norme in materia di svolgimento delle assemblee di società (Art. 106)
(Fonte: Federvolley.it)



20 Marzo, ore 14.00
Agenzia delle Entrate ha pubblicato un breve vademecum (15 schede) contenente una sintesi di alcune misure introdotte dal decreto “Cura Italia” in cui vengono evidenziati i nuovi entro i quali effettuare gli adempimenti e i versamenti fiscali.

A tal proposito si ricorda che non è oggetto di proroga la presentazione della Certificazione Unica la cui scadenza è fissata al 31 marzo p.v.



19 Marzo, ore 14.00
Sport e Salute Spa ha pubblicato sul suo sito il documento: DECRETO-LEGGE «CURA ITALIA» - Misure di sostegno al sistema sportivo nell'emergenza Coronavirus. Tale documento contiene le norme di principale interesse per il mondo sportivo di cui al Decreto Legge Marzo 2020, N. 18.



19 Marzo, ore 8.00

DECRETO "CURA ITALIA": QUANTO VI È DI INTERESSE PER LE ASSOCIAZIONI E SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE
(a cura dello Sportello di Consulenza Fiscale Fipav on line)

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie Generale n. 70, il tanto atteso Decreto “Cura Italia”, che contiene una serie di provvedimenti a favore delle persone fisiche e delle imprese, profit e non profit.

Per quanto di interesse per le associazioni e società sportive dilettantistiche segnaliamo:
  • Norme speciali in materia di trattamento ordinario di integrazione salariale e assegno ordinario (art. 19);
  • Cassa integrazione in deroga (art. 22);
  • Indennità Professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa (art. 27): riconosciuta a queste categorie un’indennità per il mese di marzo di euro 600,00, previa domanda e nei limiti di spesa di 203,4 milioni di euro;
  • Sospensione dei termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi (art. 62);
  • Sospensione dei termini relativi all’attività degli Uffici degli Enti Impositori (art. 67);
  • Sospensione versamenti canoni per il settore sportivo (art. 95);
  • Indennità Collaboratori Sportivi (art. 96):
  • Norme in materia di svolgimento delle Assemblee di Società (art. 106);
Nei prossimi giorni la Fipav approfondirà i singoli articoli contenuti nel Decreto, nel frattempo alcune indicazioni si possono trarre dalla Relazione Tecnica che alleghiamo.

Con specifico riferimento a quanto previsto dall’ 96 che prevede un’indennità di 600 euro a favore dei collaboratori sportivi riportiamo:

Art.96 (Indennità collaboratori sportivi)

1. L’indennità di cui all’articolo 27 è riconosciuta da Sport e Salute S.p.A., nel limite massimo di 50 milioni di euro per l’anno 2020, anche in relazione ai rapporti di collaborazione presso federazioni sportive nazionali, enti di promozione sportiva, società e associazioni sportive dilettantistiche, di cui all’art. 67, comma 1, lettera m), del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, già in essere alla data del 23 febbraio 2020. Il predetto emolumento non concorre alla formazione del reddito ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

2. Per le finalità di cui al comma 1 le risorse trasferite a Sport e Salute s.p.a. sono incrementate di 50 milioni di euro per l’anno 2020.

3. Le domande degli interessati, unitamente all’autocertificazione della preesistenza del rapporto di collaborazione e della mancata percezione di altro reddito da lavoro, sono presentate alla società Sport e Salute s.p.a. che, sulla base del registro di cui all’art. 7, comma 2, del decreto legge 28 maggio 2004, n. 136, convertito in legge 27 luglio 2004, n. 186, acquisito dal Comitato Olimpico Nazionale (CONI) sulla base di apposite intese, le istruisce secondo l’ordine cronologico di presentazione.

4. Con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con l’Autorità delegata in materia di sport, da adottare entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sono individuate le modalità di presentazione delle domande di cui al comma 3, e definiti i criteri di gestione del fondo di cui al comma 2 nonché le forme di monitoraggio della spesa e del relativo controllo.

5. Alla copertura degli oneri derivanti dal presente articolo si provvede ai sensi dell’articolo 126.


Da una prima lettura gli elementi che emergono sono:
  • il limite dei 50 milioni di euro stanziati per il 2020;
  • i rapporti di collaborazione svolti a favore non solo di ASD e SSD ma anche di Federazioni Sportive Nazionali ed Enti di Promozione Sportiva;
  • la non tassazione dell’indennità ricevuta;
  • il rapporto di collaborazione in essere alla data del 23 febbraio 2020;
  • la mancata percezione di altri reddito di lavoro;
  • la necessità di autocertificare i requisiti richiesti;
  • la domanda da presentare, dai collaboratori interessati, a Sport e Salute SPA;
  • l’ordine cronologico di presentazione ai fini dell’istruzione della pratica.

Le modalità di presentazione delle domande saranno indicate con decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze, di concerto con l’Autorità delegata in materia di sport, da adottare entro 15 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto.